Lavoro accessorio: nuove modalità di acquisto voucher

image_pdfimage_print

Gentile cliente con la presente intendiamo informarLa che con circ. 12.8.2015 n. 149, l’INPS ha fornito le prime indicazioni in merito alla nuova disciplina del lavoro accessorio, alla luce delle modifiche introdotte dall’art. 48 e segg. del DLgs. 15.6.2015 n. 81. In particolare, una delle innovazioni di maggior rilievo introdotte dal decreto consiste nell’innalzamento da 5. العاب مربحة على النت 000 a 7.000 euro (rivalutabili annualmente) del limite massimo del compenso che il prestatore può percepire con riferimento alla totalità dei committenti, nel corso di un anno civile. موقع 1xbet Il singolo committente – imprenditore o professionista – non potrà, tuttavia, erogare compensi superiori a 2. تعليم لعبة البوكر 020 euro netti. La novità normativa impatta anche sugli aspetti pratici delle gestione dei voucher, dal momento che i committenti imprenditori e i liberi professi onisti possono utilizzare – solo ed esclusivamente – i voucher telematici, acquistandoli on line presso INPS oppure presso i tabaccai convenzionati e Banche popolari abilitate. Sul punto, si precisa che la procedura informatica per l’utilizzo dei voucher, presente nel sito dell’INPS, è accessibile tramite PIN. In sintesi, previo obbligo di registrazione per il committente e il prestatore, si prevede che il lavoratore maggiorenne riceva da Poste italiane una “INPS card” denominata Postepay virtual. Le prestazioni eseguite saranno accreditate su questo strumento di pagamento e il prestatore ne potrà fruire dopo aver attivato la card, altrimenti il pagamento avverrà automaticamente attraverso bonifico domiciliato, riscuotibile presso tutti gli uffici postali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.