Partecipazioni qualificate: Utili tassati al 26%

image_pdfimage_print

Semplificazioni in materia di dividendi e plusvalenze

La legge di bilancio 2018 ha voluto semplificare la tassazione dei dividendi e delle plusvalenze relative a partecipazioni.

Ecco le novità introdotte:

Utili prodotti dal 01/01/2018

  • relativi a partecipazioni qualificate: interamente tassati a titolo d’imposta del 26%;
  • relativi a partecipazioni non qualificate: interamente tassati a titolo d’imposta del 26%.

Plusvalenze prodotte dal 01/01/2019:

  • relative a partecipazioni qualificate: interamente soggette ad imposta sostitutiva del 26%:
  • relative a partecipazioni non qualificate: interamente soggette ad imposta sostitutiva del 26%;

Di fatto questa semplificazione fa venir meno la distinzione di trattamento tra partecipazioni qualificate e non qualificate.

Cosa succede agli utili prodotti nell’anno 2017?

Gli utili prodotti nell’anno 2017 saranno soggetti al precedente regime di tassazione, ovvero:

Utili prodotti nel 2017 e deliberati entro il 31/12/2022:

  • relativi a partecipazioni qualificate: imponibili IRPEF per l’ammontare del 58,14%;
  • relativi a partecipazioni non qualificate: tassati a titolo d’imposta del 26%.

Ove gli utili prodotti nel 2017 siano deliberati successivamente alla data del 31/12/2022, questi saranno soggetti al nuovo regime del 26% a titolo d’imposta senza distinzione di tipo di partecipazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *